www.ritornoalfuturo.it        www.dmc12.it
Home DeLorean Ritorno al futuro Download Forum GuestBook Chat Contatti
La Storia L'Uomo L'Auto Il Futuro Varie Acquisto Gallerie DMC in vendita DeLorean in Italia Articolo di giornale Link
Il futuro
Maggio '99

John DeLorean, protagonista di un articolo sul San Diego Union Tribune, ha fatto sapere che non ha la minima intenzione di abbandonare! In poche parole, la nuova DeLorean, prima o poi vedrà la luce. E non solo lei...


Uri Berliner
3 Maggio 1999


John Z. DeLorean non abbandonerà

A 74 anni, cova ancora sogni di una supersportiva con ali di gabbiano che smuova la troppo seria industria automobilistica. È sicuro di costruirla, forse non quest'anno, ma presto, al massimo in due o tre anni.

"Le auto sono nel mio sangue" ha detto DeLorean, il donchisciottesco personaggio famoso per le sue battaglie in tribunale quanto per l'auto culto in acciao inossidabile costruita una generazione fa. "Sono davvero l'unica cosa a cui ho mai lavorato."

Una volta, in un'altra vita, DeLorean spese una discreta quantità di tempo in un ranch di 24 ettari di agrumi e avocado che possedeva a Pauma Valley, nella contea di San Diego. Ma trasferì la proprietà del valore di 2,5 milioni di dollari sul conto dell'avvocato che lo rappresentava contro le accuse di frode e traffico di cocaina, connesse al fallimento della DeLorean Motor Company. Fu assoltò a metà degli anni '80 da entrambe le imputazioni, ma preferisce non parlare della sua odissea legale.

"Non guardo mai indietro," dice.

DeLorean ora divide il suo tempo tra la sua fattoria a Bedminster, New Jersey, e New York City, dove si ossessiona ancora con aereodinamica, materiali ultraleggeri e velocità.

Cosa c'è sul tavolo da disegno ora? Una sportiva dal peso di 660 kg fatta di materiali plastici capace di schizzare da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi, a partire da 18000 dollari. Equipaggiata, ovviamente, con la firma di DeLorean, ossia le portiere ad ala di gabbiano.

Con le sue maniere eleganti, la capigliatura argentea, e l'essere portato ai gesti drammatici -l'auto di DeLorean fu costruita nella Belfast terrorizzata dalla guerra, l'ex dirigente della General Motors si è sempre preoccupato di risaltatre tra la folla.

"La chiave nell'industria automobilistica è creare emozioni," spiega DeLorean. "ci sono pochissime macchine per cui tutti morirebbero pur di avere. Sembra che tutte abbiano questo aspetto rotondo, amorfo, avvilito."

DeLeroan si fa misterioso quando l'argomento passa sui suoi partner o fonti di finanziamento. Alla domanda di quale fosse il nome della sua nuova impresa risponde: "Se mette dei soldi, metterò quel nome dopo il suo."

Nel frattempo, la DeLorean originale rimane un simbolo di stravaganza iconoclastica, avendo preso parte nella serie di film "Ritorno al Futuro" come veicolo di lancio per il viaggio nel tempo.

Gli appassionati continuano la tradizione con pezzi e auto attraverso Internet, e lo stesso DeLorean riceve regolarmente lettere e pacchi dai proprietari.

"Mi è appena arrivato lo sportello del cassetto del cruscotto che una donna vuole che autografi per suo marito," ha detto in una recente intervista telefonica. Nononstante diverse migliaia di DeLorean circolino per le strade, l'uomo che sta dietro la macchina non ne guida una.

Preferisce guardare avanti, un po ingegnere, un po scrittore di fantascienza, rifiutandosi di andare tranquillo verso il suo tramonto.

Un altro piano di DeLorean: una rotaia sopraelevata disposta a circa 30 metri sopra le autostrade delle aree intasate dal traffico come la California meridionale. Le carrozze sarebbere fatte di materiali ultraleggeri e di composti aerospaziali e potrebbe trasportare i passeggeri a 480 km/h. Da San Diego a Los Angeles in mezz'ora.

"Bloccato in un ingorgo, alzando la testa diresti, 'Accidenti, c'è una via migliore,'" ha detto DeLorean, immaginando la più grande rivoluzione nei trapsporti dai tempi della metropololitana. "Proprio di questi tempi stiamo cercando un posto per una dimostrazione di prova."

Inizio '99

Da recenti ricerche, ho scoperto altre notizie sulla nuova auto di John DeLorean: un prototipo sarebbe già stato costruito in una fabbrica nello stato di New York, USA: le specifiche tecniche della macchina, che dovrebbe chiamarsi "DII" sarebbero più o meno quelle di cui ho già parlato, tranne riguardo al motore, che al momento sarebbe quello della Mitsubishi Evo5, ossia la vincitrice del campionato mondiale di rally 2 litri: è un 4 cilindri in  linea da 2000 cm³ appunto, capace di sviluppare fino a 300 cavalli, sufficienti a rendere possibili le prestazioni già citate grazie al telaio ultra leggero. In aggiunta, pare che l'auto AVRÀ le portiere ad ala di gabbiano, e che il prezzo si aggirerà davvero intorno ai 25000 dollari. Questo è quanto.

Nel corso del '98

Negli ultimi tempi le voci si sono un pò "alleggerite", abbassando l'improbabile potenza di 500 cavalli a 400 scarsi, comunque sufficienti a far avere un'accelerazione da 0 a 100 in 3,2 sec. alla leggerissima macchina, che a quanto pare non monterà più le adorate ali di gabbiano, pare per motivi di peso. Inoltre il prezzo sarebbe un pò più alto dei previsti 20000 dollari, e lieviterebbe a circa 40000: del resto anche l'originale sarebbe dovuta costare 12000 $, ma poi il prezzo di lancio fu di 25000...

Fine '97 - Inizio '98

La fantomatica Firestar 500 in un disegno degli anni '80Dopo la chiusura della fabbrica e dopo tutto quello che è accaduto poi, John DeLorean non ha mai nascosto di voler riaprire la DeLorean Motor Company. Sulla rete e su diverse riviste specializzate americane sono circolate diverse notizie riguardo a una nuova macchina sportiva, adirittura riguardo a un'intera linea di auto. Tutte o nessuna potrebbero essere vere o false, ma in ogni caso sono particamente tutte delle voci di corridoio. Molti danno per certe notizie di un prototipo che starebbe per uscire a breve, con delle prestazioni e delle specifiche quasi spaventose; altri hanno spiegato che DeLorean oggi è un ultra settantenne con anche qualche problema di salute, senza troppi soldi e con decisamente poca voglia di rischiare di ripetere quello che ha passato. In sostanza, c'è molta confusione, ed è davvero difficile, specialmente per noi italiani, distinguere il vero dal falso.
In ogni caso, già nel periodo in cui la compagnia era attiva DeLorean aveva pensato a un'erede per la DMC-12, un'auto che ne correggesse i difetti: la cosiddetta Firestar 500, si sarebbe basata sul telaio della precedente macchina, sarebbe stata un pò più larga, molto più leggera, avrebbe avuto un vistoso alettone posteriore e soprattutto un motore sbalorditivo. Alcuni disegni di questa macchina (in foto) sarebbero in giro già dalla metà degli anni ottanta, e alcune specifiche tecniche circolano in rete in modo molto insistente: la Firestar peserebbe circa 700 kg (!) e monterebbe un motore V8 - si parla di Ford - da quasi 500 cavalli (da qui il nome) capace di far ottenre alla vettura un'accelerazione da 0 a 100 in 3,2 sec (!!) e una velocità di punta di 350 km/h (!!!); questi dati sono a dir poco sconcertanti, ma niente in confronto al prezzo, che sarebbe di circa 20000 $, cioè circa 33 milioni di lire al cambio d'oggi (!!!!!!!!!!!). Ovviamente la veridicità è tutta da discutere, ma già basta per far sognare. In aggiunta, ecco un'articolo di giornale del Novembre '97 (già piuttosto datato quindi) scritto da David Toscano, che racconta la sua conversazione con DeLorean.

La domenica del 23 Novembre 1997 ho avuto il piacere di parlare con il signor DeLorean in persona. Fui sorpreso di quanto facilmente fosse reperibile a casa e mi aspettavo la risposta di una distaccata segreteria telefonica o di una cameriera, invece...


Ecco la trascrizione della conversazione:

IO: Buonasera, potrei per favore parlare col signor John DeLorean?
JZD: Sono io.
IO: (scioccato) Lei è proprio QUEL John DeLorean?
JZD: (con un risolino) Ovviamente. C'è un solo me.
IO: Fantastico. Mi chiamo David Toscano e chiamo dal Massachusetts. Sono un grande ammiratore della sua auto e della sua politica di affari. Sono onorato di parlare con lei.
JZD: Beh, è piacere mio parlare con qualcuno che ha apprezzato il mio lavoro.
IO: Grazie. Onestamente, la ragione della mia chiamata è di accertare alcune voci che ho sentito riguardo ad una nuova macchina sportiva. Sono vere?
JZD: Sì. Ci sarà una nuova linea di auto.
IO: Wow! Non ero sicuro che quello che avevo letto - la più bella notizia che ho visto da un pezzo - fosse vero oppure no. Lei ha qualcosa a che fare con l'articolo apparso ad Agosto sul Detroit Free Press?
JZD: Sì. Ho diramato alcune informazioni, ma c'è ancora molto da completare.
IO: Capisco. I dati tecnici sono esatti?
JZD: L'auto peserà 660 Kg, da 0 a 100 in 3,2 secondi, portiere ad ala di gabbiano... un sogno per tutti.
IO: Costerà meno di 20000 dollari?
JZD: Sì. E se ti è piaciuta l'ultima macchina adorerai questa.
IO: Sono simili?
JZD: La nuova è un'auto dalle prestazioni elevatissime, la vecchia era differente.
IO: Ho letto ogni libro su cui ho potuto mettere le mani riguardo alle sue imprese, e ammiro quello che ha fatto. Ma cosa le faranno la General Motors e le altre grandi compagnie?
JZD: Questa compagnia sarà impenetrabile.
IO: Ha intenzione di competere e magari battere la Corvette e le altre concorrenti?
JZD: Sì, almeno. La nuova auto sarà molto particolare, diversa dalle altre. Sarà superiore a qualunque Ferrari.
IO: Wow. Quando sarà disponibile l'auto?
JZD: Stiamo prendendo tempo per fare tutto nel migliore dei modi, probabilmente 1999.
IO: Parliamo delle altre cose, una sport utility... un'altra auto?
JZD: Prima metteremo sul mercato la sportiva, siamo molto impegnati su questo progetto. In seguito vedrete le altre auto.
IO: Non posso aspettare! Posso richiamarla fra qualche tempo per parlare un pò di questo? Io e molti altri siamo ansiosi di conoscere ogni aggiornamento riguardo alla nuova macchina.
JZD: Senza problemi, potremo parlare ancora in futuro, sono ansioso anch'io.
IO: Fantastico. Ora la lascio andare, le auguro una buona domenica sera, e grazie mille per la conversazione, è stato un onore.
JZD: Grazie, grazie molte. Ci risentiremo in seguito.
IO: Arrivederci.
JZD: Arrivederci.

Purtroppo alla fine DeLorean non si dedicò a una nuova auto. Cedette tutti i diritti del marchio DeLorean Motor Company all'azienda che trovate sul sito www.delorean.com e che si dedica alla vendita e alla costruzione di pezzi di ricambio per proprietari dell'auto sparsi in tutto il mondo. Senza continuare con la produzione delle vetture. John DeLorean muore il 19 marzo 2005 nel New Jersey a 80 anni per un ictus.

"Pagina scritta da Gianluca Olmastroni"     Spedisci E-mail a Gianluca
Webmaster and Developer: Nicola F. Marcaccini
mar, 11 dicembre 2018 02:55
nfm@outatime.it


delorean locanda del grifo ritorno al futuro ritorno al futuro Pasta al dente cuocimatic outatime it hobby home cinema ihhc Spider dvd marcaccini